Chiama il numero 02 89405086 – urgenze e consulenza tecnica 337374734

LAVATRICE

Come pulire la lavatrice: consigli per igienizzarla in modo perfetto
La lavatrice è uno degli elettrodomestici che utilizziamo di più in casa, ma spesso ne sottovalutiamo l’igiene. Se volete che funzioni in modo perfetto e che lavi gli abiti a dovere, basterà seguire questi consigli.

La lavatrice è l’elettrodomestico più utilizzato ed amato dalle donne. Rende i lavaggi e la pulizia dei capi molto più semplice e rapida, permettendo di evitare il faticoso lavaggio a mano. Spesso, però, se non si fanno le cose giuste, si rischia di non pulire a dovere i capi. Volete un bucato perfettamente pulito e disinfettato? È indispensabile curare l’igiene della propria lavatrice. I residui di acqua, sporco, sapone e calcare non solo favoriscono il proliferarsi dei cattivi odori ma rendono anche l’elettrodomestico poco efficiente e i risultati si vedono sui capi lavati. Esistono dei rimedi semplici che riescono a far tornare la lavatrice come nuova.

Come pulire la lavatrice
Le superfici interne della lavatrice devono essere pulite periodicamente per assicurare il funzionamento perfetto dell’elettrodomestico. È buona abitudine pulire con scadenza mensile il cestello, facendo un lavaggio con acqua e sale grosso e, nei casi peggiori, anche con l’aceto di vino bianco e il bicarbonato di sodio. Così facendo si eliminano i batteri al 100%. Per l’oblò, in particolare per le guarnizioni interne in gomma dove si accumula facilmente lo sporco, si può invece usare uno spazzolino da denti con una pasta al bicarbonato. Lo stesso procedimento può essere usato per eliminare la sporcizia dal filtro. Basterà farlo ogni sei mesi per rendere la lavatrice perfettamente efficiente.

Come eliminare residui di detersivo e calcare dalla lavatrice
Il calcare e i residui di detersivo possono rovinare la lavatrice causandone la rottura. Nel caso in cui ci siano delle incrostazioni di calcare, lo si deve lasciare a mollo in acqua e aceto bianco per un paio di ore prima di procedere con la pulizia. La vaschetta del detersivo può essere pulita e disinfettata con acqua e aceto, quest’ultimo riesce a tenere anche il calcare il più lontano possibile. Per prevenirne la formazione ad ogni lavaggio si può aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio al comune detersivo. Questo procedimento si dimostrerà utile sia per pulire il bucato che per disincrostare la lavatrice. Per eliminare anche i residui di detersivo, insieme all’aceto, si può utilizzare anche il bicarbonato. Basterà una spugnetta o un panno per pulire l’interno dell’elettrodomestico in modo perfetto. Se si vuole profumare la superficie, basterà aggiungere un po’ di olio essenziale alla fragranza che più ci piace.

Via il cattivo odore dalla lavatrice
Per eliminare la puzza dalla vostra lavatrice almeno una volta al mese bisognerebbe fare un lavaggio a vuoto. Si dovrà selezionare un programma igienizzante ad alta temperatura e versare nel cestello due bicchieri di aceto bianco diluiti con un po’ di acqua. La temperatura dovrà essere almeno di 60°. Aggiungete anche un cucchiaio di bicarbonato per potenziare l’effetto igienizzante dell’aceto.

Come pulire la lavatrice internamente
Anche le parti removibili della lavatrice necessitano di essere pulite periodicamente. Le vaschette, ad esempio, devono essere lavate molto attentamente. Il consiglio è quello di lasciarle in ammollo in una bacinella con acqua calda, aceto e bicarbonato. Dopo qualche ora, si potrà eliminare ogni residuo di sporcizia con una spugnetta ed un panno asciutto. Almeno una volta al mese il filtro deve essere pulito con attenzione. È proprio lì infatti che va a depositarsi e ad incastrarsi tutta la sporcizia. Se si vuole che l’elettrodomestico funzioni alla perfezione, bisogna dunque tenerlo sotto controllo: sciacquatelo sotto l’acqua corrente e aiutatevi con uno spazzolino per togliere i residui più orinati, potete usare lo stesso procedimento anche per pulire il filtro della lavastoviglie. L’oblò è un’altra parte fondamentale della lavatrice e dovrebbe essere lavato proprio come tutto il resto, soprattutto all’altezza delle guarnizioni. Si potrà utilizzare una miscela di acqua calda e aceto ed asciugare poi tutto con un panno in microfibra. Il risultato sarà eccezionale.

Come eliminare la muffa dalla lavatrice
Volete che non si crei l’antiestetica muffa nella lavatrice? Basterà asciugare sempre tutto dopo ogni lavaggio e soprattutto lasciare lo sportello aperto. In questo modo, ogni singola gocciolina d’acqua si asciugherà. Inoltre, per evitare che si formi la muffa, alternate lavaggi con acqua fredda e calda così da uccidere con il calore eventuali batteri e sciogliere i residui di detersivo. Per evitare la formazione di muffa, almeno una volta al mese, bisognerebbe fare un lavaggio a vuoto. Si dovrà selezionare un programma igienizzante ad alta temperatura e versare nel cestello due bicchieri di aceto bianco diluiti con un po’ di acqua e il gioco sarà fatto. Volete disinfettare la lavatrice? Basterà utilizzare dell’acqua ossigenata a 40 volumi. Si dovrà aggiungere nella vaschetta del detersivo prima di programmare un lavaggio a vuoto.

Come pulire la lavatrice con carico dall’alto
Per pulire e disinfettare una lavatrice con carico dall’alto fate fare un ciclo di lavaggio a vuoto e, quando l’acqua avrà raggiunto metà cestello, interrompete e aggiungete mezza bottiglia di aceto bianco e aspettate almeno 40 minuti prima di riavviare. Per pulire l’interno inserite nel cestello 1 kg di sale grosso e fate fare un lavaggio a vuoto, anche a basse temperature. Il sale pulirà anche guarnizioni e cestello.

FRIGORIFERI

Posizionare gli alimenti secondo le loro esigenze di conservazione,ricordando che,generalmente,la zona più fedda del frigorifero è in basso, sopra i cassetti della verdura. Evitare di riempire eccessivamente il frigorifero,cercare di lasciare un po’ di spazio a ridosso delle pareti interne. Sbrinare l’apparecchio non appena lo strato di ghiaccio supera i 5mm di spessore.

La brina sottrae infatti freddo all’apparecchio in quanto forma uno strato isolante, facendo aumentare i consumi di energia e riducendo, inoltre lo spazio utilizzabile.

LAVASTOVIGLIE

Usare il lavaggio rapido a freddo quando ci sono poche stoviglie da lavare. Questo ciclo consentirà di ultimare il carico a fine giornata,senza cattivi odori ed incrostazioni di troppo dure sui piatti in attesa del lavaggio completo. Pulire sovente e con cura il filtro,le impurità e i depositi impediscono lo scarico dell’acqua e non consentono buoni risultati di lavaggio.

Usare con regolarità il sale apposito,che serve a prevenire le incrostazioni. Assicurarsi che i forellini dei bracci rotanti non siano ostruiti, altrimenti l’acqua non raggiunge tutte le stoviglie..

FORNI

Non aprire frequentemente il forno durante la cottura, preriscalda il forno solo quando è necessario, spegnilo poco prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo.

© Copyright 2017 Artecnica - Via G. Segantini, 20 20143 Milano | P. IVA: 13452600151
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti
powered by andreawebdesigner.com

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com